Taggato: Donald Trump

0

Russiagate, legali a Trump: ‘Non deponga, potrebbe contraddirsi o dichiarare il falso’

E' il consiglio che, secondo il New York Times, i suoi legali avrebbero dato al presidente in vista di una possibile convocazione da parte del procuratore speciale che indaga sui presunti rapporti tra l'entourage di del presidente e il Cremlino. Intanto la commissione di intelligence della Camera ha votato all’unanimità per pubblicare il contro-memo dei democratici sull'Fbi
Donald Trump potrebbe contraddirsi o testimoniare il falso. Per questo è meglio che non deponga dinanzi a Robert Mueller, il super-procuratore del Russiagate. E’ il consiglio che, secondo il New York Times, i suoi legali avrebbero dato al presidente in vista di una possibile convocazione. Il timore è che il capo della Casa Bianca possa finire incriminato per aver mentito. Anche se un eventuale rifiuto rischierebbe di aprire una lunga battaglia legale in tribunale.
La decisione di Trump sul parlare o meno con gli investigatori, infatti, definirà le indagini sui presunti rapporti tra l’entourage di Tr..

0

Russiagate, legali a Trump: “Non deponga davanti a Mueller, potrebbe contraddirsi o mentire”

E' il consiglio che, secondo il New York Times, i suoi legali avrebbero dato al presidente in vista di una possibile convocazione da parte del procuratore speciale che indaga sui presunti rapporti tra l'entourage di del presidente e il Cremlino. Intanto la commissione di intelligence della Camera ha votato all’unanimità per pubblicare il contro-memo dei democratici sull'Fbi
Donald Trump potrebbe contraddirsi o testimoniare il falso. Per questo è meglio che non deponga dinanzi a Robert Mueller, il super-procuratore del Russiagate. E’ il consiglio che, secondo il New York Times, i suoi legali avrebbero dato al presidente in vista di una possibile convocazione. Il timore è che il capo della Casa Bianca possa finire incriminato per aver mentito. Anche se un eventuale rifiuto rischierebbe di aprire una lunga battaglia legale in tribunale.
La decisione di Trump sul parlare o meno con gli investigatori, infatti, definirà le indagini sui presunti rapporti tra l’entourage di Tr..

0

Usa, pubblicato il “memo Nunes”. Il Gop contro l’Fbi: “Abusi per intercettare team di Trump”

Il report stilato dalla commissione intelligence della Camera guidata dal repubblicano Devin Nunes, afferma che la polizia federale abusò dei suoi poteri usando, come “parte essenziale” delle sue richieste per intercettare la campagna del tycoon il dossier redatto dall’ex spia britannica Christopher Steele pagata dai democratici. Che insorgono: “Tycoon non licenzi Mueller altrimenti sarà crisi costituzionale”
Il “memo Nunes” è di dominio pubblico. Il report stilato dalla commissione intelligence della Camera guidata dal repubblicano Devin Nunes e declassificato da Donald Trump, afferma che l’Fbi abusò dei suoi poteri usando, come “parte essenziale” delle sue richieste per intercettare la campagna del tycoon il dossier redatto dall’ex spia britannica Christopher Steele pagata dai democratici. Nessuna richiesta del Federal Bureau of Investigation avrebbe rivelato il finanziamento dem. E il numero due dell’Fbi Andrew McCabe avrebbe messo agli atti che senza quel dossier non sarebbero sta..

0

Russiagate, Trump approva la pubblicazione del memo “anti Fbi”

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato di avere declassificato il controverso memo dei repubblicani che si ritiene accusi l'Fbi di abuso di potere in relazione al Russiagate, spianando così la strada alla sua pubblicazione da parte del Congresso. Che l'ha subito pubblicato.
“È stato declassificato, vedremo cosa succederà”, ha detto Trump nello Studio Ovale. “Quello che succede nel nostro Paese è una vergogna”, ha proseguito, aggiungendo che “molte persone dovrebbero provare vergogna”.
Il via libera era atteso – tecnicamente il presidente ha rimandato indietro il documento alla Commissione intelligence della Camera, a maggioranza repubblicana, che provvederà a pubblicarlo – ma apre un scontro istituzionale senza precedenti.
Poche ore prima Trump aveva accusato l'Fbi di aver pilotato le indagini sul Russiagate in modo da favorire i democratici. “I vertici e gli investigatori dell'Fbi e il dipartimento di Giustizia hanno politicizzato il sacro pr..

0

Deutsche Bank perde ancora, pressing su Draghi “ultima speranza”

Di fronte a un rosso di mezzo miliardo, il numero uno di Deutsche Bank, John Cyran, provare a parare i colpi, ma alla fine ammette chiaramente che c'è una sola exit strategy: “I profitti potevano riprendere con la semplice pressione di un pulsante”. Il pulsante è quello che ha in mano la Bce e consiste nel rialzo dei tassi, oggi ai minimi storici. Il colosso bancario tedesco, azzoppato dalla riforma fiscale di Trump, si affida a Mario Draghi. Il quotidiano Die Welt sintetizza in un titolo emblematico quanto un rialzo dei tassi sia imprescindibile per risollevare le sorti della banca: “Mario Draghi è l'ultima speranza per Deutsche Bank”.
Il pressing dei tedeschi rischia di creare problemi seri all'Italia perché un rialzo dei tassi avrebbe un impatto tutt'altro che morbido sull'economia nostrana. Non è la prima volta che le banche tedesche premono per un cambio nella politica della Bce. A gennaio, infatti, l'Associazione bancaria tedesca ha chiesto a Francof..

0

Il vero amico americano

A Pechino circola la battuta secondo cui il migliore alleato dei cinesi sarebbe Donald Trump. Proprio il presidente che voleva punire la Cina per via del grande disavanzo commerciale che il Paese asiatico macina nei confronti della potenza americana, e che invece sta ottenendo l'effetto di far rivalutare a livello mondiale la politica cinese fatta di moderazione e toni pacati. Quanti più tweet escono dallo smartphone fuori controllo del presidente Usa, tanto più la Cina si mostra responsabile, favorevole alle aperture commerciali, partner affidabile.
In un momento di solidità del presidente Xi Jinping, appena riconfermato leader del Partito Comunista, gli alleati storici di Washington, Europa in testa, brancolano nel buio rispetto al futuro del multilateralismo. E questo non solo perché Trump sta facendo saltare uno dopo l'altro gli accordi faticosamente negoziati dagli Stati Uniti in tempi recenti, come quello con i Paesi del Pacifico e quello con l'Unione Europea; ma a..

0

Trump attacca l’Fbi: “Vertici politicizzati, ha indagato contro i repubblicani”

In attesa della pubblicazione del “memo Nunes” su un presunto abuso di potere commesso dal Bureau nei confronti di un membro del Gop, il presidente attacca la polizia federale e il Dipartimento di giustizia. L'obiettivo è Rod Rosenstein, viceministro che supervisiona il lavoro di Robert Mueller, super-procuratore che indaga sul Russiagate
Con la spada di Damocle del Russiagate che continua a pendere sulla sua testa, Donald Trump prosegue nella sua personale battaglia contro il Federal Bureau of Investigation: “La leadership al vertice dell’Fbi, gli investigatori e il Dipartimento della Giustizia hanno politicizzato il sacro processo investigativo a favore dei democratici e contro i repubblicani. Una cosa che sarebbe stata impensabile fino a poco tempo fa”, attacca il presidente su Twitter con chiaro riferimento al “memo Nunes“, il documento redatto dai membri del Grand Old Party alla Camera che conterrebbe accuse relative all’operato della polizia federale.
Il documento di quatt..

0

“Se sei contro Trump tifi gli Eagles”: 5 motivi per seguire il Super Bowl 2018

Un sondaggio del 2016 ha evidenziato che solo uno statunitense su due guarda il Super Bowl (la finale del campionato di football americano) per la partita. Gli altri per le pubblicità (23%), per lo spettacolo dell'intervallo (10,5%) e per il cibo preparato per l'occasione (5,8%).
Non sapete neanche le regole ma volete comunque gustarvi la sfida tra New England Patriots (squadra di Boston) e Philadelphia Eagles in programma su Fox Sports HD (canale 204 di Sky) a mezzanotte tra domenica 4 e lunedì 5 febbraio? Ecco 5 motivi per farlo, e arrivare un minimo preparati all'incontro.

0

“Se sei contro Trump tifi gli Eagles”: 5 motivi per seguire il Super Bowl 2018

Un sondaggio del 2016 ha evidenziato che solo uno statunitense su due guarda il Super Bowl (la finale del campionato di football americano) per la partita. Gli altri per le pubblicità (23%), per lo spettacolo dell'intervallo (10,5%) e per il cibo preparato per l'occasione (5,8%).
Non sapete neanche le regole ma volete comunque gustarvi la sfida tra New England Patriots (squadra di Boston) e Philadelphia Eagles in programma su Fox Sports HD (canale 204 di Sky) a mezzanotte tra domenica 4 e lunedì 5 febbraio? Ecco 5 motivi per farlo, e arrivare un minimo preparati all'incontro.

0

Russiagate, ok della Casa Bianca alla diffusione del memo segreto “anti-Fbi”. E la popolarità di Trump sale

È sempre più duro lo scontro istituzionale sul Russiagate per un memo segreto che da giorni tiene Washington col fiato sospeso. La Casa Bianca avrebbe dato il via libera alla diffusione, prevista per venerdì, del documento che in sintesi accusa l'Fbi di aver condotto dall'inizio l'inchiesta sul Russiagate per danneggiare Donald Trump alle presidenziali dell'8 novembre 2016.
Proprio la popolarità di Donald Trump sta risalendo. Il suo discorso sullo Stato dell'Unione è stato apprezzato dal 48% degli intervistati, secondo un sondaggio della Cnn, anche se il numero di spettatori (45,6 milioni) non è stato “il più alto della storia”, come ha twittato lui stesso alimentando una fake news. Il suo tasso di approvazione, inoltre, ha superato il 40% per la prima volta da settembre, in particolare per il passaggio della riforma fiscale, stando ad un altro sondaggio realizzato da Monmouth University.
Attorno al Russiagate è braccio di ferro su una nota classificata della C..