Tagged: salute

0

Come funziona il cervello creativo

Non è facile avere un cervello creativo, e infatti non è un dono dato a tutti. Per avere idee nuove e inaspettate bisogna che specifiche zone di tre diversi network di neuroni funzionino in maniera particolarmente integrata. Si tratta del Default Mode Network, dell’Executive Control Network, e del Salience Network, ognuno dei quali svolge una particolare funzione nel processo creativo. Il primo, rappresentato soprattutto dalla corteccia cingolata posteriore, genera le idee nuove pescando nella memoria e facendo simulazioni mentali; il secondo, rappresentato dalla corteccia prefrontale dorsolaterale destra, seleziona le idee migliori e le spedisce al network successivo; il terzo, rappresentato dall’insula anteriore sinistra, valuta ed elabora l’idea finale. Un processo che avviene ad altissima velocità, naturalmente senza che il fortunato possessore di quel cervello si accorga di tutti questi passaggi.

Lo studioUn’analisi neurobiologica così dettagliata del processo creativo è il risu..

0

Smartphone, tablet e pc: quali rischi per collo e spalle?

Non c’è dubbio che la tecnologia ci abbia cambiato la vita, ma rischia anche di cambiarci la postura? Passare ore davanti al computer, tenere gli occhi sullo schermo di uno smartphone mentre camminiamo, leggere da un tablet o da un e-book reader da sdraiati che conseguenze può avere sul nostro apparato muscolo-scheletrico? Ne parliamo con la dottoressaLara Castagnetti, osteopata e specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa dell’ospedale Humanitas.

0

Dalla stanchezza al formicolio, 8 segnali della carenza di potassio

Fondamentale per muscoli, nervi e sistema cardiocircolatorio, questo nutriente si trova in molti alimenti diversi, eppure spesso l'organismo ne lamenta la mancanza: colpa del sodio, che ne favorisce l'eliminazione. Ecco i segni a cui prestare attenzione.

0

I 12 alimenti peggiori per i diabetici (e le alternative gustose e salutari)

Per chi soffre di diabete è più facile di quanto si creda seguire una dieta salutare che eviti i picchi di zucchero nel sangue, vero pericolo per i diabetici. «Non è giusto porre divieti – chiarisce il professor Gabriele Riccardi, professore di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo all’Ateneo Federico II di Napoli – ma certi alimenti vanno certamente limitati. Per tutto esiste una valida alternativa»

0

L’adolescenza? Adesso finisce a 24 anni. E la pubertà inizia a 10

L’adolescenza dura di più. Più di quanto avevamo ipotizzato fino ad oggi. Almeno fino a 24 anni, secondo uno studio pubblicato su Lancet Child & Adolescent Health. Bambini grandi, giovani non completamente cresciuti: l’età in cui si inizia a badare a se stessi, in cui si chiude la parentesi tra l’infanzia e l’età adulta, si sposta sempre più in là. Perché si resta per più tempo nel sistema educativo, si esce di casa più tardi, si spinge in avanti il momento dell’indipendenza economica, la scelta di un compagno o di avere figli. Dal 1973 a oggi si è spinta avanti di otto anni: 32,5 è l’età media degli uomini che formano una famiglia, secondo l’Office of National Statistics britannico; 30,6 per le donne. E se mamme e papà si sono accorti da tempo che l’adolescenza oggi arriva in anticipo, e dura ben più a lungo rispetto a qualche tempo fa, mettere dei paletti precisi, sostengono gli studiosi, è importante per garantire l’adeguamento delle normative e delle politiche sociali per i giovani..

0

Cancro, test universale per rilevare 8 tipi della neoplasia prima che compaiano i sintomi

Un nuovo test del sangue, chiamato CancerSEEK, permette di rilevare otto tipi diversi di cancro, tra i più comuni, molto prima che compaiano i sintomi. La John Hopkins University ha sviluppato il test e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Science.
La novità rispetto al passato sta nel fatto che il nuovo esame analizza sia il Dna mutato del cancro che circola liberamente nel sangue, che alcune proteine prodotte sempre dal tumore. I primi test condotti su oltre mille pazienti hanno dato un risultato positivo in circa il 70 per cento delle volte. In futuro, questo test, chiamato CancerSEEK, potrebbe essere utilizzato in programmi di screening con lo scopo di riuscire a intervenire precocemente con i trattamenti, precisamente un anno prima che il cancro sia visibile agli attuali strumenti diagnostici, aumentando in questo modo le probabilità di sopravvivenza dei pazienti.
“L'uso di una combinazione di biomarcatori selezionati per la diagnosi precoce ha il potenziale per ca..

0

La droga dello stupro come è composta  e le altre «sintetiche» 

Pasticche, liquidi, polverine. Le droghe sintetiche oggi sono migliaia e la loro composizione cambia di continuo. Nemmeno al Pronto soccorso spesso riescono a capire che cosa i ragazzi abbiano preso. E così non è facile salvarli. Ecco le schede sulle droghe più diffuse con i gravi effetti collaterali che la loro assunzione può provocare

0

Artrosi al ginocchio, non è solo cosa da vecchi. Tra le cause anche fattori ambientali «moderni»

Il ginocchio un po’ dolorante, l’età non più verdissima. Il pensiero corre all’artrosi e spesso la diagnosi è giusta: l’artrosi del ginocchio riguarda infatti circa un over 60 su tre e l’esercito dei pazienti si ingrossa in continuazione.“Colpa”, pensano i molti, soprattutto dell’aumento dell’aspettativa di vita: viviamo più a lungo, le articolazioni si logorano e prima o poi il ginocchio “scricchiola”. Una spiegazione che tuttavia si sta rivelando troppo semplicistica, anche perché sono sempre più frequenti i casi di artrosi fra chi non ha ancora compiuto i 50 anni. Una ricerca pubblicata sui Proceedings of the National Academy of Sciences ha d’altronde appena dimostrato che l’allungarsi della vita media spiega solo in parte l’incidenza dell’artrosi oggi, di cui sarebbero responsabili anche fattori ambientali “moderni”.

0

Contrordine: la pasta può aiutare a combattere sovrappeso e «pancetta»

Se, per mantenere la linea, rinunciate totalmente alla pasta, fareste meglio a ripensarci. In una ricerca pubblicata su Nutrition and Diabetes, che ha preso in esame oltre 20 mila adulti inseriti in due grandi studi osservazionali (Moli-sani, che ha coinvolto cittadini residenti in Molise, e Progetto INHES da Italian Nutrition and Health Survey in cui si sono raccolti dati sulla nutrizione e la salute in tutte le Regioni italiane) il consumo di pasta è risultato associato a un minor rischio di obesità, compresa quella addominale.

0

La TMS che ha aiutato Lapo a liberarsi dalla cocaina Ecco come

Se ne è parlato in occasione di un’intervista con Lapo Elkann, che al Corriere della Sera poco tempo fa ha raccontato di come sia riuscito a liberarsi dalla dipendenza dalla cocaina usando «un sistema chiamato TMS, che agisce sul cervello e allontana il craving, la voglia». Da quel giorno in redazione sono arrivate molte richieste di persone che volevano informarsi meglio e capire di cosa si tratta.

Che cos’è La TMS, Stimolazione Magnetica Transcranica, non è una “nuova tecnica”, ma un trattamento praticato da oltre 30 anni per le gravi forme di depressione resistente ai farmaci. Ultimamente si sta sperimentando proprio in Italia con successo l’applicazione su pazienti con Alzheimer per migliorarne la memoria. Consiste in un dispositivo medico (simile nell’aspetto a quella usata per le radiografie dal dentista) che si avvale di un braccio (o di un cerchio) che si posa sulla testa del paziente in corrispondenza della corteccia prefrontale dorso laterale sinistra. Dall’apparecchio part..

0

Torcicollo e cervicale, come proteggerci dal dolore quando siamo seduti al computer

La giusta distanza, posizione e altezza dello schermo del computer rispetto agli occhi sono aspetti molto importanti al fine di evitare e prevenire il torcicollo quando si sta a lungo seduti alla scrivania. Oltre a questo, anche la tastiera può essere la causa di quel dolore al collo che alcuni chiamano cervicale e altri torcicollo ma che provoca in entrambi i casi tensione muscolare a collo e spalle, mal di testa, rigidità al movimento, difficoltà di concentrazione e dolore. Ecco qualche semplice regola da seguire e 10 brevi esercizi utili per distendere collo e spalle suggeriti dagli specialisti dell’ospedale Humanitas di Milano

0

Influenza, 4 milioni di italiani a letto Mai così tanti ammalati dal 2004 B Yagamata: ecco chi ci ha messo a letto

Picco, molto probabilmente, raggiunto. L’influenza continua a infuriare in Italia, ma si registra una lieve flessione della curva epidemica: il che, scrivono gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità nel rapporto settimanale Influnet, «ci fa ben sperare che le ultime due settimane rappresentino il picco epidemico stagionale».

Più colpiti i bambini sotto i cinque anniNell’ultima settimana si contano 832mila nuovi casi, che hanno portato il totale a 3 milioni 883mila italiani messi ko da febbre alta e dolori articolari. Il livello di incidenza è ancora «Molto Alto» ed è pari a 13,73 casi per mille assistiti. La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a circa 30,8casi per mille assistiti e quella tra 5 e 14 anni pari a 15,9. L’incidenza nei giovani adulti è pari a 13,8 e negli anziani a 7,8 casi per mille assistiti.

0

La Corte costituzionale: «L’obbligo  dei vaccini non è irragionevole»

La Corte costituzionale spiega perché ha detto sì ai vaccini obbligatori. Le motivazioni della sentenza 5/2018, appena depositate, chiariscono la posizione dei giudici. Secondo la Consulta non è «irragionevole», nell’attuale contesto e allo stato «delle condizioni epidemiologiche e delle conoscenze scientifiche», l’intervento del legislatore che «ha ritenuto di dover rafforzare la cogenza degli strumenti della profilassi vaccinale». Ma «nulla esclude che, mutate le condizioni, la scelta possa essere rivalutata e riconsiderata». Come si ricorderà, la Consulta il 21 novembre 2017 aveva bocciato le tesi prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo di vaccinazione per l’iscrizione a scuola.

0

Usano un’app al posto della pillola, 37 donne incinte. L’agenzia del farmaco svedese avvia un’indagine

Una diffusissima App “contraccettiva”, chiamata Natural Cycles e usata come alternativa alla pillola, è sotto i riflettori in Svezia, dove sono stati segnalati all'Agenzia nazionale per la sicurezza dei farmaci 37 casi di gravidanza tra le utilizzatrici dell'applicazione. L'ente ha avviato dunque un'indagine. A riferire il problema era stato l'ospedale Södersjukhuset di Stoccolma, dopo uno studio su 600 donne che, da settembre a dicembre 2017, avevano chiesto di abortire nella struttura.
La App, certificata come dispositivo medico in Europa, è utilizzata da oltre 500 mila persone. Viene offerta gratuitamente per il primo mese e in seguito costa circa 9 euro al mese, oppure 65 euro l'anno con termometro annesso. Si basa sulla misurazione quotidiana della temperatura corporea e su un algoritmo che analizza il ciclo mestruale.
Un colore indica poi il livello di fertilità: rosso significa alta possibilità di gravidanza, mentre verde indica la possibilità di un..

0

Luca Lotti contro Alessandro Di Battista: “Da lui fake news sulla prenotazione dei vaccini”

“In queste ultime ore sono state tante – giustamente – le critiche mosse al video dell'onorevole Di Battista in cui denuncia il Sistema Sanitario (in questo caso della regione Lazio) a suo dire inefficace e inefficiente. Siamo seri: si tratta dell'ennesima Fake News montata ad arte”. Lo scrive su Facebook il ministro dello Sport, deputato Pd, Luca Lotti.
“Vista l'importanza del tema, cioè la salute dei nostri figli, vorrei evitare qualsiasi ulteriore polemica ma esprimere comunque chiaramente la mia opinione di padre, di genitore – aggiunge Lotti -. Anche per questo, con il prezioso aiuto di mia moglie, stamattina mi sono messo a cercare la prenotazione della vaccinazione di nostra figlia Anita: alla fine l'abbiamo ritrovata e la allego qui, con il solo obiettivo di una totale trasparenza. Ritengo che per la vaccinazione dei nostri figli non sia necessario fare video su Facebook, è sufficiente una prenotazione proprio come ho fatto io”.
“Tra l'altro – sottoline..